Sbarchiamo in una nuova Era: in cantina arrivano 3 nuovi vini Piwi!

Confermando il nostro impegno nella ricerca di una viticoltura sempre più sostenibile, vi presentiamo ufficialmente i nuovi vini Piwi della cantina: un rosso da Merlot Khorus, Cabernet Cortis e Prior, un bianco fermo da uve Bronner e un Vino frizzante Pet Nat da uve Johanniter!

PIWI- Pilzwiderstandfähig è un termine che, come abbiamo detto in altri nostri articoli di approfondimento, tradotto dal tedesco significa resistente ai funghi ed indica una serie di vitigni ottenuti tramite impollinazione tra Vitis Vinifera e vite americana che, incrocio dopo incrocio, si è scoperto essere capaci di opporsi naturalmente a malattie fungine come oidio e peronospora. Per leggere di più sul nostro progetto dedicato ai vitigni resistenti iniziato nel 2017 clicca qui.

Vediamo più nel dettaglio i nuovi nati:

Vino Bianco IGT Veneto “Huakai” – Il viaggio

Il nostro “Huakai” è un vino bianco IGT veneto certificato bio e vegan e proveniente dal vitigno Bronner, una varietà resistente. Vino con note floreali e lievi punte balsamiche e aromatiche. Leggeri sentori di mela, pesca, albicocca matura e vaniglia. Il suo nome prende ispirazione da una parola che significa “spostamento che si compie da un luogo di partenza a un altro” ed evoca proprio il “viaggio” nelle etimologie asiatiche.

Vino Rosso IGT Veneto “Konti-Ki” senza solfiti aggiunti – Il mezzo

Il nostro “Konti-ki” è un vino rosso IGT veneto certificato bio e vegan proveniente da uve Merlot Khorus, Cabernet Cortis e Prior, tutte varietà resistenti a bacca rossa. Vino con profumi intensi, armonici, speziati con note tipiche della frutta rossa. Il suo nome ha preso ispirazione dal “Kon-Tiki”, la zattera usata dall’esploratore e scrittore norvegese Thor Heyerdahl nella sua spedizione nel 1947 attraverso l’Oceano Pacifico dal Sud America alle isole della Polinesia. Il battello fu così chiamato secondo un antico nome Inca del dio della pioggia (Kon).

Vino Bianco Frizzante IGT Veneto “Ho’Opa” – La Meta

Il nostro “Ho’opa” è un vino bianco frizzante col fondo, IGT veneto certificato bio e vegan e proveniente da uve Johanniter, varietà resistente. Vino molto fruttato con distintive note agrumate e tropicali come l’ananas. Note floreali di glicine. Vi consigliamo di ruotarlo leggermente prima della degustazione in modo far risaltare i lieviti: questo è infatti un vino Col Fondo. Caratteristica è anche la chiusura con il tappo a corona. Il suo nome ha preso ispirazione da un’antica lingua parlata dal popolo Hupa.

L’inzio di una Nuova Era dei Piwi.. Viaggia con noi!

Ognuno di questi vini rappresenta la tappa di un viaggio in un mondo ancora inesplorato che, siamo certi, segnerà l’inizio di una nuova era. Un viaggio che viene raccontato anche visivamente sulla bottiglia dei vini stessi grazie a delle etichette “parlanti” e da una libellula, ambasciatrice di un’agricoltura “pulita” che spiega il nuovo mondo dei PIWI. I tre vini infatti rappresentano ognuno una tappa diversa, partenza (quella del novello Piwi nel novembre 2019), il viaggio, il mezzo e la meta. Ogni capitolo di questa avventura è raccontato nel blog di questo sito.

Anche i nomi dei vini sono una scelta che riconduce all’immaginario dell’esplorazione, del viaggio e della scoperta. I nomi scelti infatti idealmente riconducono a fatti, aneddoti di reali elementi esplorativi.
In particolare:
HO’OPA: La lingua Hupa o Hoopa (endonimo: Na:tinixwe Mixine:whe) lit. “language of the Hoopa Valley people”) appartiene alla famiglia linguistica Athabaska (della superfamiglia Na-Dené), parlata dal popolo Hupa, lungo la parte inferiore del fiume Trinity nel Nord-ovest della California, e, prima dei contatti con gli europei, anche dai Chilula e dai Whilkut. Il significato letterale del nome nativo è: “Lingua del popolo che abita la valle dell’Hoopa”.
HUAKAI: è lo spostamento che si compie da un luogo di partenza a un altro e da un viaggio e si sa, si torna sempre diversi. Significa “viaggio” nelle etimologie asiatiche.
KONTI-KI: Il Kon-Tiki è la zattera usata dall’esploratore e scrittore norvegese Thor Heyerdahl nella sua spedizione nel 1947 attraverso l’Oceano Pacifico dal Sud America alle isole della Polinesia. Il battello fu così chiamato secondo un antico nome Inca del dio della pioggia (Kon).

Tre vini dalle diverse e vivaci personalità che racchiudono l’essenza del nostro viaggio verso una viticoltura sempre più sostenibile e che promettono di regalare a chi li degusta esperienze nuove ed inedite. Comincia l’esporazione.. viaggia con noi!!