In arrivo ad ottobre, la nuova annata di Novello PIWI, tra modernità e tradizione

Da ottobre 2022 ritornerà disponibile il nostro NOVELLO PIWI senza solfiti aggiunti: simbolo del connubio tra tradizione e modernità, passato e futuro, consuetudini ed innovazioni.

Giovane, dal colore rosso rubino con intensi riflessi violacei e con un aroma fruttato ed armonico, il vino perfetto da gustare con i caldi sapori autunnali.
Il Novello si ottiene tramite il processo di macerazione carbonica: i grappoli d’uva appena colti e non diraspati vengono rovesciati in un serbatoio ermetico che viene saturato con anidride carbonica, dove lo schiacciamento dei grappoli si compie naturalmente grazie all’ uva sovrastante, questo produce la formazione di mosto che, per mezzo degli enzimi, da inizio alla fase di fermentazione malolattica generando alcool e ulteriore anidride carbonica. Il metodo di vinificazione utilizzato permette di esaltare a pieno i profumi e la morbidezza del vino che se ne ottiene, in quanto favorisce la migrazione dei pigmenti ed altre sostanze dalla buccia alla polpa.
Per noi il Novello è un vino che sposa bene sia concetti di modernità che di storia e antichità.

Il vino Novello, anche detto “vino d’autunno”, è un vino molto storico, di cui si attesta la creazione nel 1930, quando un gruppo di scienziati per caso scoprì un nuovo metodo di vinificazione: questa tecnica, ora chiamata macerazione carbonica, venne, nel corso degli anni, studiata e raffinata. Tale processo consente una fermentazione molto veloce, grazie alla quale il vino prodotto risulta leggero e aromatico.

Il Novello, più di qualsiasi altro vino, rappresenta la tradizione enologica: è il primo vino dell’anno, che si beve dopo la vendemmia. Rappresenta e compensa il duro lavoro dei mesi precedenti, soprattutto accompagnato dalle sue fidate compagne: le caldarroste. Novello e caldarroste è un abbinamento culinario dalla lunga storia: in passato, infatti, esisteva l’usanza tra gli agricoltori della pianura e delle colline ed i pastori delle montagne di scambiarsi a vicenda questi due prodotti autunnali.
Per noi, il Vino Novello è l’emblema della filosofia aziendale: qualità biologica, certificazione vegana, senza solfiti aggiunti e prodotto da uve resistenti. Per questo è per la nostra azienda simbolo anche di modernità.
Infatti questo vino è stato il primo vino prodotto con uve derivate da vitigni resistenti, definiti vitigni PIWI, i quali costituiscono il futuro della viticoltura enologica e biologica, poiché permettono di servirsi di meno trattamenti proprio per la loro resistenza alle malattie tipiche della vite, quali lo oidio e la peronospora.

Il fatto che sia un vino senza solfiti aggiunti accresce il suo valore, diventando un inno alla naturalità e alla condivisione, in quanto fruibile per tutti i consumatori.

Festa del Novello in cantina

Il 30 ottobre la nostra Cantina si tingerà dei colori dell’autunno e festeggerà l’uscita del vino Novello PIWI senza solfiti aggiunti annata 2022.
Durante la giornata il nostro Novello sarà impreziosito dalla presenza di abili artigiani capaci di donare nuova vita ad oggetti classici di un tempo, un vero e proprio inno al riciclo e al riuso creativo, un incentivo a non gettare gli oggetti di un tempo ma a riutilizzarli reinventandoli in chiave moderna. Una festa dedicata a questo vino storico che per noi è diventato simbolo di innovazione.
Un’intera giornata all’insegna del divertimento e del riuso creativo dove potrete assaporare il primo vino dell’annata 2022 tra visita guidate alla cantina, lezioni guidate sui vini PIWI e tantissime altre novità… stay tuned per il programma completo dell’evento.