Il cartone “M-Use” realizzato con il 100% di carta riciclata, tra innovazione e modernità!

Il progetto più sentito del 2019 è stato quello che ha portato alla creazione della bottiglia M-Use, una bottiglia dall’abito fashion che diventa oggetto di design grazie ai suoi dettagli “diamantati” in rilievo e la sua etichetta ricca di luce e di glitter. M-Use è il frutto dell’unione tra arte e bellezza, sposando il tema della sostenibilità ambientale.

Ciò che infatti contraddistingue il progetto è l’attenzione verso l’intero packaging della linea, dal vetro al cartone ed è proprio su quest’ultimo che oggi focalizziamo la nostra attenzione. Una componente preziosa di questa linea: questo cartone infatti è completamente rivestito di bollicine dorate che lo rendono elegante ma allo stesso tempo di grande carattere, che creerà nei vostri negozi e ristoranti un display d’impatto e di grande immagine!

Un cartone che la nostra azienda fornitrice DS SMITH, certificata UNI EN ISO 9001, ci dichiara e certifica proveniente dal 100% di carta riciclata. Un imballo a cartone ondulato realizzato con carte proveniente da riciclo la cui composizione è:

  • LP – liner patinato riciclato
  • W – wellenstoff riciclato
  • TB – test bianco riciclato

Tutti elementi dalle proprietà testate: dalla resistenza allo scoppio, alla rigidità, alla flessibilità alla resistenza alla compressione. Tutte misurazioni queste che determinano la prestazione del nostro box.

Tutte le tappe del viaggio della carta e del cartone

Questo cartone è certificato RESY e COMIECO.

Dal sito di Comieco traiamo alcuni importanti approfondimenti. Tutti sanno ormai che carta e cartone possono e devono essere riciclati. I dati dimostrano che il tema è sempre più sentito e che il riciclo sta diventando un’abitudine nella vita di ognuno di noi ma non sempre quest’abitudine è frutto di una totale consapevolezza e conoscenza del materiale riciclabile, dei processi di trasformazione che subisce per essere trasformato e rinascere, o dei modi per avviare correttamente il riciclo. Carta e cartone sono un mondo molto più vasto di quello che immaginiamo e possono vivere molto a lungo se tutti fanno la loro parte.

Entriamo nel dettaglio per scoprire quali e quanti sono i passaggi di trasformazione della carta:

  1. La raccolta differenziata: dopo essere stati utilizzati imballaggi in carta, cartone e cartoncino, giornali, riviste, dépliant, libri, archivi cartacei e corrispondenza,ecc, vengono conferiti nell’apposito cassonetto.
  2. In cartiera: una volta arrivata qui, la carta viene spappolata e riprocessata per la produzione di nuova carta.
  3. La selezione: negli appositi impianti di recupero, vengono eliminate tutte le “impurità” presenti nella carta (residui di plastica, graffette, scotch, altro), per renderla ideonea al successivo processo in cartiera.
  4. Ora la carta (le nuove bobine) è pronta per la sua nuova vita e per essere trasfromata dalle cartotecniche in nuovi imballaggi!

La filiera cartaria è un tipico esempio di economia circolare in quanto realizza un biomateriale utilizzando per il 57% della produzione complessiva fibre da riciclo, in termini quantitativi pari ad oltre 5 milioni di tonnellate (dati 2018). Nel comparto degli imballaggi il tasso di riciclo nel 2018 ha raggiunto l’81% dell’immesso al consumo, ben oltre il l’obiettivo del 75% fissato al 2025 dalla nuova direttiva europea in via di recepimento e in linea con l’obiettivo dell’85% per il 2030.