I nostri vini senza solfiti aggiunti sono identificati dalla libellula, da sempre il nostro simbolo di purezza e l’insetto che più incontriamo nei nostri vigneti.

 

Oltre al vino biologico e al vino vegano produciamo anche una linea di VINO SENZA SOLFITI AGGIUNTI per i quali l’ iter di produzione prevede una particolare attenzione nelle fasi di vinificazione, in modo da ridurre i processi ossidativi, ovvero il contatto con l’ aria, nonché eventuali fermentazioni indesiderate, casi questi che si accentuano con la mancanza di conservanti, quali sono i solfiti.

I nostri vini senza solfiti aggiunti, seguendo appunto una lavorazione delicata e scrupolosa, pur non contemplando l’ uso di solfiti o di altri surrogati e tanto meno di chiarificanti di origine animale o chimica, mantengono comunque le caratteristiche originarie dei vitigni di provenienza, facendo riscoprire la fragranza nei profumi e nei sapori dei vini di altri tempi.

Particolare è il processo produttivo dello Spumante Prosecco DOC brut senza solfiti aggiunti: dopo una selezione delle migliori uve, il processo prevede una tradizionale e unica fermentazione in bianco che parte dal mosto ma senza l’aggiunta di anidride solforosa. La fermentazione è quindi attivata con lieviti selezionati, bassi produttori di anidride solforosa ed avviene ad una temperatura controllata di circa 14°C. Il tutto avviene in autoclavi di acciaio per la durata di circa due mesi dove la pressione è superiore alle 4.5 atm; successivamente viene filtrato.