Vendemmia 2018: un anno di risultati!

Le soddisfazioni dell’annata: i nostri enologi lavorano le prime microvinificazioni dei resistenti

 

 

Quest’anno per la Cantina Pizzolato è stato L’ANNO DEI RISULTATI: abbiamo infatti raccolto le prime uve dei nostri vitigni resistenti. Le vinificazioni di questi particolari vitigni, 3 uve bianche (Solaris, Johanniter e Bronner) e un uva rossa  ne stanno esaltando le caratteristiche primarie; per i bianchi, profumi lievemente aromatici, esotici e di buona struttura, per il rosso profumi di viola e frutta a bacca rossa come fragoline di bosco e ribes.

Siamo sorpresi dal colore intenso di questo vino!

Abbiamo vendemmiato i vitigni resistenti e la stagione favorevole ci ha permesso di evitare trattamenti contro peronospora e oidio; un risultato importante considerato che alcuni di questi vigneti si trovano vicino a case e scuole e che porteremo a testimonianza per cercare di convertire altri produttori.

La vendemmia 2018

In generale, in tutto il Veneto e anche nella nostra cantina, la raccolta delle uve precoci (Chardonnay e Pinot Grigio) è iniziata nella seconda settimana di agosto, con un anticipo di circa una settimana rispetto al 2017.
Nei primi giorni di vendemmia abbiamo selezionato le uve che hanno fatto da base al nostro spumante FREDERIK (100% Chardonnay). Di seguito, la buona qualità del Pinot Grigio ci ha dato un input importante per un nuovo spumante 100% di PINOT GRIGIO EXTRA BRUT che assaggeremo per Natale. 

Per quanto riguarda il Moscato, l’estate calda e il tanto sole, ha permesso la perfetta maturazione delle sue uve che si presentavano di un brillantissimo giallo intenso, mature e profumate. Molto buone, dolci anche al gusto. Stiamo ottenendo un Moscato molto profumato e di grande qualità.

Negli ultimi giorni di agosto, abbiamo raccolto le prime uve di Glera, atte a produrre Prosecco DOC senza solfiti aggiunti: queste uve sono state selezionate e raccolte a mano e sono risultate sane e con un ottimo livello di acidità. Per l’intera prima settimana di settembre è seguita la raccolta delle uve di Glera atte a Prosecco frizzante e spumante DOC. La pianta di glera è stata particolarmente generosa arrivando al massimo della produzione consentita dal disciplinare del PROSECCO DOC, la cui gradazione zuccherina era attorno ai 14 gradi babo con un’acidità attorno ai 6 gr/lt.

Dal 20 settembre sono seguite le varietà a bacca rossa, Merlot e Cabernet. per la produzione anche dei vini senza solfiti. Il sole di settembre ci ha permesso di assicurare la vinificazione di uve ben mature e sane e di ottenere degli ottimi vini rossi. La nostra vendemmia si chiuderà verso la fine di ottobre/novembre con la raccolta delle uve Raboso.

Possiamo quindi confermare che sebbene il germogliamento sia stato anticipato rispetto agli anni scorsi, la stagione è evoluta normalmente e le belle giornate di settembre ci permettono di definire quella del 2018 come una vendemmia da ricordare.

 

Date della vendemmia

16 agosto: Vendemmia Pinot Grigio
16/17 agosto: Vendemmia Vitigni resistenti
20 agosto: Vendemmia Moscato
29 agosto: Vendemmia Chardonnay
30 agosto: Vendemmia Manzoni Bianco
31 agosto – 22 settembre: Vendemmia Glera
21 settembre – 3 ottobre: Vendemmia Merlot e Cabernet
24-31 ottobre: Vendemmia Raboso

 

Meteo e caratteristiche

Durante l’autunno, prima dello stop vegetativo, la pianta ha potuto crearsi una buona riserva idrica, favorita poi da temperature miti e piogge intervallate durante il periodo della fioritura, nei mesi di maggio e giugno. Ciò ha consentito un’ottima allegagione.
L’estate calda e molto soleggiata ha consentito un ottimo accrescimento e maturazione dei grappoli. Stagione mediamente piovosa: grazie alle piogge, non è stato necessario ricorrere all’irrigazione e al conseguente utilizzo di acqua.

Le fasi fenologiche (germogliamento, fioritura e allegagione) hanno avuto un andamento regolare, producendo pertanto un elevato numero di grappoli con un peso decisamente superiore rispetto allo scorso anno, dovuto all’ingrossamento degli acini. Sicuramente il motivo per cui verrà ricordata l’annata 2018 è l’elevata quantità di uva, relativo ad ogni nostro vitigno allevato, dovuta principalmente alla maggiore fertilità delle gemme della pianta, tra i suoi cicli vitali più favorevoli. Tra i principali protagonisti della nostra vendemmia c’è sicuramente il Glera, l’uva del Prosecco, quest’anno di un peso consistente e con acini davvero molto dorati.